Ultimi articoli

Approvato il Bilancio d’esercizio 2021

Notizie 19 Maggio 2022

Approvato il Bilancio d’esercizio 2021

Nella seduta del 18 maggio 2022, l’Assemblea dei Soci ha adottato la deliberazione n.

Rinnovato il CdA del Consorzio ASI per il quinquennio 2021-2026

Notizie 28 Ottobre 2021

Rinnovato il CdA del Consorzio ASI per il quinquennio 2021-2026

In data odierna presso la sede del Consorzio ASI di Brindisi si è tenuta l’Assemblea dei soci consortili, che ha provveduto ad approvare il Piano Triennale delle Attività 2022-2024 e PEF 2022 ed a rinnovare la compagine del Consiglio di Amministrazione consortile per il prossimo quinquennio (2021-2026).

tutti i contenuti

COME FARE PER

La Legge Regionale 20/2000 attribuisce alle province il compito di rilasciare le autorizzazioni relative alla circolazione nel territorio regionale pugliese dei veicoli e/o trasporti eccezionali, nonché quelle relative al transito delle macchine agricole e macchine operatrici eccezionali.


La Provincia di Brindisi è l’Ente titolato ad emettere le autorizzazioni, pertanto la richiesta di transito eccezionale va indirizzata a:

 

Provincia di Brindisi
Ufficio Mobilità e Trasporti
Piazza Santa Teresa, 3
72100 BRINDISI

 

Per le strade ricadenti nel perimetro dell’agglomerato industriale di Brindisi è richiesto, nell’ambito del procedimento a cura della Provincia, anche il nulla osta del Consorzio ASI, finalizzato alla salvaguardia delle proprie infrastrutture.
Per richiedere l’autorizzazione al transito si deve:


• Fare richiesta all’Amministrazione Provinciale di Brindisi secondo le modalità indicate dal competente Ufficio mobilità e Trasporti.
• Fare richiesta di nulla osta al Consorzio ASI, specificando esattamente le strade interessate dal transito. La richiesta dovrà essere corredata con tutta la documentazione (in copia) relativa ai veicoli utilizzati, certificati di assicurazione, piano di carico ed eventuali prescrizioni d’uso dei veicoli impiegati.
• Provvedere ad effettuare, a favore dell’Economo consortile, il pagamento, per ogni transito, di Euro 126,01 IVA inclusa.
• Alla ricezione di tutta la documentazione e del pagamento effettuato, il Consorzio ASI rilascerà alla ditta richiedente il relativo Nulla Osta con eventuali prescrizioni, inviando una copia dello stesso all’Amministrazione Provinciale di Brindisi.

Per presentare un progetto per la realizzazione, o ristrutturazione, di opifici nelle zone industriali di competenza del Consorzio ASI, è necessario:
 
• Attivare il procedimento di richiesta di Permesso di costruire presso il SUAP del Comune territorialmente competente.
• Il SUAP trasferisce automaticamente le pratiche al Consorzio che, a seguito di istruttoria tecnica favorevole, su tutti i progetti pervenuti rilascia il Nulla Osta di competenza, a sua volta direttamente trasmesso al SUAP.
• La progettazione deve essere realizzata in conformità alle Norme Tecniche di Attuazione vigenti per la zona industriale di Brindisi, ovvero delle NTA di quelle di Fasano, Francavilla Fontana e Ostuni.
Al fine dell’aggiornamento dei dati nel Sistema Informativo Territoriale (SIT – WEBGIS) consortile, pubblicamente disponibile, gli elaborati planimetrici aerofotogrammetrici e corografici devono essere georeferenziati con utilizzo del sistema di coordinate WGS84, di cui è disponibile file in formato autocad presso l’ufficio tecnico consortile. E’, pertanto, anche richiesto che la copia degli elaborati destinata al Consorzio sia accompagnata da CD ROM contenente i suddetti elaborati planimetrici in formato autocad georeferenziato.
Per richiedere un suolo in una delle zone industriali di competenza del Consorzio ASI, è necessario:
• inoltrare formale istanza attraverso il modulo predisposto.
• produrre la documentazione richiesta nel modulo di formale istanza, incluso il questionario informativo ASI.
• far pervenire tutta la documentazione presso la sede consortile.
 
Notizie Utili
Per le informazioni relative alle aree disponibili, prezzo dei suoli, indici tecnici di utilizzazione dei suoli, ecc, consultare le relative pagine presenti all’interno della sezione Zone Industriali.
L’agglomerato industriale di Brindisi è dotato di una rete idrica per l’erogazione di acqua di derivazione Acquedotto Pugliese, distribuita a soli fini industriali.
 
È presente inoltre una ulteriore rete idrica per l’erogazione di acqua industriale derivata dall’impianto di trattamento di acqua prelevata dal bacino della Diga del Cillarese.
 
Per richiedere l’allaccio ad una, ovvero ad entrambe le reti idriche è necessario:
 
Essere già insediati nell’agglomerato industriale.
 
Inoltrare formale istanza:
 

• istanza acque AQPistanza acque Cillarese

• Sottoscrivere per accettazione il preventivo di spesa, comunicato dal Consorzio, per la realizzazione dell’allaccio idrico.
 
• Ad effettuazione dei versamenti per gli importi dovuti dovrà essere sottoscritto il relativo contratto di erogazione idrica (contratto acque AQPcontratto acque Cillarese) e successivamente saranno eseguiti i lavori di allaccio.
 
I costi di erogazione Per erogazioni di acqua dalla rete di derivazione Acquedotto Pugliese, il costo è di euro 0,80/mc, per gli impegnativi richiesti e di euro 0,90/mc per i consumi eccedenti gli impegnativi. Per erogazioni di acqua dalla rete di derivazione dell’invaso del Cillarese, il costo è di euro 0,34/mc, per gli impegnativi richiesti e di euro 0,36/mc, per i consumi eccedenti gli impegnativi.
 
Il costo unitario di erogazione sarà assoggettato periodicamente agli adeguamenti ISTAT e, con riguardo alle forniture di derivazione Acquedotto Pugliese, anche ad eventuali variazioni tariffarie.
 
Tutti i prezzi si intendono al netto dell’IVA.
La procedura di insediamento delle ditte che propongono iniziative imprenditoriali da avviare negli agglomerati industriali di competenza del Consorzio ASI, viene attivata in una delle seguenti condizioni:
 
a) avvio di attività imprenditoriali in opifici di terzi (es. locazione);
b) avvio di attività imprenditoriali in opifici di proprietà;
c) acquisto di un lotto per la realizzazione di opifici da destinarsi all’avvio di un attività imprenditoriale.
 
Pertanto, per insediarsi è necessario:
 
• inoltrare richiesta insediamento attraverso il modulo predisposto;
• produrre la documentazione richiesta nel modulo di formale istanza, incluso il questionario informativo ASI ;
• far pervenire tutta la documentazione presso la sede consortile.
 
Prezzo dei suoli negli Agglomerati ASI
Nell’agglomerato industriale di Brindisi ed in quelli periferici di Ostuni e Fasano, il prezzo di vendita del suolo da parte del Consorzio ASI è di euro 15,00/mq, fissato dalla deliberazione commissariale n. 151 del 21/12/2004.
Nell’agglomerato industriale di Francavilla Fontana, il prezzo di vendita del suolo da parte del Consorzio ASI è di euro 17,00/mq, fissato dalla deliberazione commissariale n. 79 del 9/07/2007.

 

Prezzi per le spese istruttorie

 

Aggiornamento Prezzi Spese Istruttorie

torna all'inizio del contenuto