Il Consorzio ASI, già  S.I.S.R.I. e Consorzio del Porto di Brindisi, ha realizzato diverse importanti opere di infrastrutturazione, tra le quali, principalmente, nell’area di Brindisi:

–          il Porto industriale di Brindisi, in località Costa Morena;

–          le reti energetiche, logistiche e ambientali necessarie all’insediamento del petrolchimico (Montecatini, poi Montedison, e a seguire);

–          una rete ferroviaria di circa 40 km, dei quali 5,700 gestiti oggi direttamente dal Consorzio;

–          circa 30 km di strade e assi attrezzati con metanodotto e condotte idriche, fognarie, telefoniche e di fibra ottica.

Oltre a quelle di base, il Consorzio ASI ha poi realizzato importanti infrastrutture per la logistica e per la  gestione dei principali cicli ambientali: acqua, rifiuti, energia.

Le infrastrutture per la logistica:

–          la Piattaforma telematica realizzata dal Consorzio si propone di risolvere al meglio l’esigenza dell’incontro tra la domanda di trasporto fatta da un committente e le possibili offerte di trasporto dei trasportatori, aiutando a selezionare la soluzione migliore.

Le infrastrutture per l’acqua:

–          la Diga del Cillarese, con invaso di circa 4 milioni di mc di acque di drenaggio, che con la sua rete di adduzione di circa 15 km rifornisce di acque ad uso industriale le aziende brindisine, senza che il consumo idrico industriale pesi sulla falda sotterranea, piuttosto che sulla risorsa potabile disponibile.

Le infrastrutture per i rifiuti:

–          la Piattaforma per il trattamento dei rifiuti speciali e dei fanghi da reflui urbani, composta da un impianto di trattamento reflui, un impianto di termodistruzione, una centrale di elettrogenerazione ed una discarica controllata.

Le infrastrutture per l’energia:

La zona industriale di Brindisi gestita dal Consorzio ASI, grazie anche alle infrastrutturazioni di base realizzate, ospita un polo energetico per un totale installato circa pari a 4.500 MW – inclusa la Centrale ENEL Federico II, che tuttavia non rientra nell’area consortile – composto da:

–          una centrale alimentata a gas (ENIPower)

–          una centrale alimentata a carbone (EDIPower)

–          una centrale alimentata a biomasse (SFIR).

Il Centro servizi e Ristoro:

–          il Consorzio ha realizzato un Centro Servizi, palazzina che ospita prevalentemente alcune Associazioni di Categoria e sezioni della Camera di Commercio di Brindisi, ed un edificio adibito a Centro Ristoro a servizio degli operatori della zona industriale, per circa 100 posti a sedere .