Principali centri nelle vicinanze: Bari (110 km), Lecce (34 km), Taranto (70 km).

Le più importanti industrie insediate:

AVIO (costruzione e riparazione di motori aeronautici), DEMA DESIGN MANUFACTORING (costruzioni areonautiche), SANOFI AVENTIS (industria farmaceutica), ENEL (centrale termoelettrica), ALFER (costruzioni e montaggi per l’industria), SALVER (lavorazione resine rinforzate), EXXON MOBIL (film di polipropilene), SFIR (raffinazione zucchero).

Industrie petrolchimiche: LYONDELL BASELL, POLIMERI EUROPA, CHEMGAS, ENIPOWER.

Numero totale di industrie e aziende: 150

Numero totale di addetti: oltre 4000

NORMATIVA URBANISTICA

Piano Regolatore: approvato.

Lotto minimo di intervento 1800 mq.

Rapporto superficie coperta-superficie totale: 60%.

Altezza massima dei fabbricati: nessuna limitazione

Rischio sismico: zero.

SUPERFICIE TOTALE DELL’AREA: 2255 ettari.

Area destinata dal Piano Regolatore a lotti industriali: 1.608 ettari.

Area attualmente disponibile per nuove industrie: 884 ettari.

Previste agevolazioni fiscali e finanziarie per nuovi insediamenti.

ACQUISIZIONE DEI TERRENI

Mediante trattativa privata, al prezzo medio di circa € 25,0 per metro quadrato.

Mediante procedura espropriativa, al prezzo di € 15,50 per metro quadrato.

INFRASTRUTTURE

Strade: vi è un sistema viario interno alla zona industriale, connesso direttamente con le strade di penetrazione (E55).

Ferrovie: è in esercizio un raccordo ferroviario a servizio dell’area industriale, con fascio di binari di carico e scarico, connesso alle banchine del porto industriale di Costa Morena.

Energia elettrica: sono in esercizio:

– una centrale a carbone e poli-combustibile (ENEL Brindisi Sud) con una potenza complessiva di 2640 mW ;

– un’ulteriore centrale (EDIPOWER Brindisi Nord) con una potenza di 1280 mW.

Gas metano: è in esercizio una stazione di decompressione ed una rete di distribuzione all’interno dell’area industriale (12 bar).

Distribuzione acqua:

– l’acqua potabile, dall’Acquedotto Pugliese, è disponibile (oltre 70 lit/secondo) al costo di euro 0,81 al metro cubo;

– l’acqua industriale è disponibile dall’invaso del Cillarese (60 lit./secondo) al costo di euro 0,48 al metro cubo.

Rete fognaria: in esercizio nella zona riservata alle industrie di base, costruita ed in corso di attivazione nella rimanente area industriale.

STRUTTURE PORTUALI DI COSTA MORENA

Le banchine portuali di costa morena sono contigue alla zona industriale di Brindisi e sono in grado di ospitare attività di movimentazione merci e container.

PIATTAFORMA PER IL TRATTAMENTO DI RIFIUTI INDUSTRIALI

L’area ha a disposizione un impianto per lo smaltimento di rifiuti industriali, gestito dallo stesso Consorzio. L’impianto è composto da un inceneritore ed un impianto per il trattamento dei reflui.

DIGA DEL CILLARESE

La diga del Cillarese, vicina alla città di Brindisi e gestita dal Consorzio, è in grado di produrre 3 milioni di metri cubi annui di acqua per uso industriale.